Lo Yoga può essere uno strumento molto utile anche per affrontare la gravidanza ed il post parto.

Attraverso le asana e la respirazione possiamo aiutare il nostro corpo a fare spazio alla creatura in arrivo, mantenendo forte il contatto con la trasformazione in atto in noi sia a livello fisico che emotivo. La pratica dello Yoga ci aiuta a gestire i cambiamenti che avvengono durante la gravidanza e nel periodo immediatamente successivo, ci fornisce un grande supporto per diventare sempre più consapevoli, per portare la nostra attenzione all’interno, ma anche per rilassare le tensioni fisiche alleviando spiacevoli disturbi tipici della gravidanza.

Per esempio, allenare il pavimento pelvico è molto importante in generale, e lo è ancora di più durante il periodo della gravidanza. Molte delle asana che propongo di eseguire a chi è in gravidanza aumentano non solo la mobilità del bacino, ma anche la consapevolezza del pavimento pelvico. 

Inoltre, durante la gravidanza l’utero diventa sempre più pesante, questo provoca lo spostamento in avanti del bacino e la conseguente accentuazione della curva sacrale. Per compensare, il corpo ricerca un nuovo equilibrio, ma se la curvatura diventa troppo accentuata si possono avere dolori lombari e mal di schiena. Una corretta postura, sia in piedi che sedute, può aiutare notevolmente ad alleviare questi disturbi. Lo Yoga dà molta importanza a questo aspetto, permettendo di prendere coscienza del proprio baricentro e delle sue variazioni e di lavorare su di esse permettendo di trovare un nuovo equilibrio tra bacino e zona lombare. 

Mantenendo la schiena allungata e rilassata è possibile anche respirare meglio: attraverso vari esercizi di respirazione possiamo aiutare il diaframma a lavorare in maniera corretta, cosa che sarà di fondamentale aiuto anche durante il parto.

Respirazione, focalizzazione sui cambiamenti, gestione dell’equilibrio, possono aiutarci ad arrivare al momento del parto con maggiore armonia e tranquillità interiore. 

Ritagliarsi del tempo per aprire ed ascoltare il proprio corpo è un primo gesto di accoglienza verso la nuova creatura in arrivo, una forma di comunicazione profonda con sè stesse e con la propria ‘pancia’: il primo silenzioso dialogo. 

Il benessere della mamma è fondamentale per il futuro benessere della creatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.