Come sei cambiata

di CRISTINA TACCONI

Come sei cambiata. Questa è la frase che spesso mi sento dire da mio marito e che mi mette di buon umore!

La sua non è affatto una critica, quando me lo dice si rivolge a me con grande ammirazione. Ammetto che a volte mi scatta anche imbarazzanti foto quando mi vede impegnata a svolgere la mia pratica di yoga. Perché certe posizioni… certe? molte posizioni sono per me ancora un mistero.

Ma torniamo al mio cambiamento. La pratica sul tappetino la vivo come una metafora della vita.

Mi sono affacciata a questo mondo in punta di piedi e in modo scoordinato imparando a respirare. Quanto impegno a stare in equilibrio, con quanta fatica ho cercato di mantenere una posizione, ed infine ho preso consapevolezza del mio corpo. Abbandonando le mie rigidità ho accettato il fatto che tutto cambia.  Così mi piace pensare che lo yoga sia un viaggio. Un viaggio dentro di noi di cui non conosciamo la destinazione, ma che ci cambia profondamente.

A tutti quelli che, come me, hanno atteso parecchio tempo indecisi se srotolare o meno quel tappetino, mi sento di dire che lo yoga è mezzo per farci stare meglio e se stiamo bene noi, stanno meglio anche quelli attorno a noi. Il benessere è contagioso!!                                    Cristina

 

_ Ringrazio di cuore Cristina per questa sua condivisione. Ho vissuto con lei i dubbi, le paure, le domande, non solo della mente anche quelli espressi dal corpo e contemporaneamente la meravigliosa bellezza del suo cambiamento. Le sono profondamente grata di avermi permesso di partecipare a questo suo viaggio. Lo yoga è anche questo : scambio e condivisione _

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.